Il mondo della fotografia: tutto quello che c’è da sapere

La fotografia è una delle arti più amate, nonché una delle più antiche e con una tradizione alle spalle davvero enorme. Ecco tutto quello che c’è da sapere sul mondo della fotografia.

Iniziamo con il dire che con la parola fotografia si intendono tanto la tecnica tanto l’immagine ripresa, così come il supporto che la contiene. Parlando di questo argomento, non ci si può esimere dal notare l’etimologia stessa della parola, che deriva dall’unione di due parole greche, ossia luce (phôs) e grafia (graphè), che fanno capire che fotografia è sinonimo di scrittura di luce.

Ma quale è stato lo sviluppo della fotografia? La prima cosa da notare è che senza la camera oscura, non si sarebbe raggiunto alcun risultato e questo lo intuì Joseph Nicéphore Niépce, considerato il padre della fotografia. Su questo, però, si deve aprire una piccola parentesi dato che si può dire che la sua paternità è ormai accettata convenzionalmente, ma ci sono anche dei tentativi precedenti, tra cui quello di Thomas Wedgwood.

Tuttavia, ci risulta che nel 1813 proprio Niépce cominciò a studiare come perfezionare le tecniche litografiche e, assieme a suo fratello Claude, analizzò la sensibilità alla luce del cloruro d’argento. Grazie a suddetti studi, nel 1816, ci fu la prima immagine fotografica, creata su un foglio di carta sensibilizzato con cloruro d’argento. Da quel momento, Niépce cercò il modo migliore per fissare le immagini sulla carta.

Per avere la prima foto fissata completamente, con il bitume di Giudea, bisognerà attendere il 1822: il risultato fu una storica foto che ritrae Papa Pio VII, che dopo poco venne distrutta. A essa seguì un altro tentativo di Niépce che, nel 1826, ottenne un’altra foto grazie all’utilizzo di una camera oscura con una lente biconvessa come obiettivo e con un diaframma e la messa a fuoco. Siamo a un punto di svolta, che ha indotto moltissimi luminari a studiare l’arte fotografica.

Nel 1829 Louis Daguerre fondò anche una società per sviluppare nuove tecniche fotografiche e, 10 anni dopo, venne fuori il dagherrotipo. Tutto questo fece in modo che, nel 1935, William Fox Talbot testasse un procedimento fotografico chiamato calotipia, mentre John Herschel utilizzò per la prima volta carta trattata con sali d’argento e fissata con tiosolfato sodico. Sono passi da gigante in un settore che, oggi come oggi, è in continua evoluzione e in continuo movimento. Da quel momento, infatti, la sperimentazione di nuovi tipi di macchine fotografiche e supporti di stampa non si è mai fermata, sino ad arrivare ai giorni nostri.

Nel corso dei decenni, dall’800 a oggi, la fotografia è stata impiegata in vari settori, a cominciare da quello dell’architettura o della raffigurazione del paesaggio, e solo dopo sono usciti fuori i primi ritratti a persone. Attualmente, la fotografia viene molto utilizzata in un settore importante come quello dell’informazione e del giornalismo, dove i reportage servono per dimostrare e far conoscere la situazione in diverse parti del mondo. Dalla fotografia in bianco e nero si è passati, man mano, a quella a colori e dall’analogico, dal famoso rullino fotografico, si è passati al digitale con supporto esterno.

Le macchine fotografiche oggi sono molto più complesse di quelle di un tempo, eppure sempre più compatte e maneggevoli. Reflex, mirrorless, obbiettivi: questi sono tutti termini che la fanno da padrone e che indicano l’evoluzione nel settore fotografico. Ad oggi sono disponibili delle macchine di ultimissima generazione, per qualsiasi esigenza e per tutte le tasche. Trovare quella che meglio si adatta alle proprie esigenze è, pertanto, molto facile.

Assieme al corpo macchina, poi, si sono evolute anche le ottiche, che sono indispensabili quando si desidera fare fotografia a un livello amatoriale così come a un livello superiore. Si tratta, infatti, del miglior modo per fotografare al meglio paesaggi, persone, cose, per fare delle foto panoramiche o in lontananza. Per ciascuna esigenza c’è un obbiettivo idoneo.

Molto florido, inoltre, il mercato dell’usato: in questo settore è molto facile trovare delle macchine o delle ottiche di ottima qualità e in buonissime condizioni a dei prezzi a dir poco scontati. Recandosi nei negozi specializzati piuttosto che sui siti internet (vedi per es. le macchine fotografiche su IlFotoamatore.it) che si occupano di questo, si possono trovare ottime offerte. Acquistare la macchina fotografica dei propri sogni è facile, ma facendosi consigliare da esperti del settore lo diventa ancora di più.

Ricordiamo che anche acquistando online si possono trovare degli utili consigli e degli utilissimi spunti su cosa acquistare e cosa, invece, lasciare perdere, in base a quelle che sono le proprie inclinazioni o le proprie esigenze. Dopo aver trovato la propria macchina fotografica ideale, che sia online o in uno store fisico, è bene iniziare a studiare anche quelle che sono le tecniche di composizione, in modo tale da diventare dei veri e propri professionisti della fotografia. Anche in questo settore c’è stata una grandissima evoluzione, dato che ci sono state diverse scuole e correnti. Oggi, ad esempio, va molto la street photography, ossia quella fotografia che ritrae scene di vita quotidiana. Ma questo è solo un piccolo esempio, perché in pratica si fotografa qualsiasi cosa in tutti i modi possibili e immaginabili.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *